Un Matematico legge i giornali

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Calcoli creativi, percentuali perverse, statistiche strabiche:
i numeri non mentono, ma si può mentire coi numeri
e i giornali lo fanno tutti i giorni.
Come neutralizzare la disinformazione quotidiana?

“Un libro divertente, saggio e frizzante che tanto i consumatori quanto i produttori di notizie farebbero bene a leggere.”
- Washington Post

La mattina aprendo il giornale ci troviamo di fronte il titolo: “Calano le tirature dei quotidiani”. Cosa dovremmo fare, comprarne un’altra copia? Niente paura, è solo autoreferenzialità: una delle assurdità minori tra molte che affliggono la nostra informazione. Non ce ne stupiamo più, tanto che ci sembra normale se “I candidati contraddicono le reciproche smentite”, o “I panda non riescono ad accoppiarsi. Intervengono i veterinari”. E purtroppo crediamo a chi ci “dimostra” che alcuni dentisti diffondono intenzionalmente l’AIDS o che i cellulari possono anche curare il cancro, servendosi invariabilmente di diagrammi, statistiche, grafici e classifiche che fanno sembrare tutto vero. Mentre è tutto falso, o perlomeno abilmente pilotato. John Allen Paulos veste i panni del giustiziere matematico per porre fine a questo abuso dell’apparente oggettività dei numeri, e alla conseguente disinformazione selvaggia. Spiega per esempio come usare la logica per difendersi dai fabbricatori di divi artificiali e come maneggiare probabilità e casualità per ridimensionare articoli catastrofici su criminalità, epidemie e altri allarmi sociali. Demolisce con nozioni di aritmetica elementare pregiudizi dei consumatori, trucchi elettorali e mitologie sportive. E brandendo la teoria del caos fa piazza pulita della brutta abitudine di fare previsioni, così diffusa sulle pagine economiche.
Articolo dopo articolo, errore dopo errore, questo libro dimostra come basti porsi le domande giuste per scoprire che ben poche delle notizie stampate ogni giorno hanno una qualsivoglia attinenza con la realtà. Così facendo, apre la via a un nuovo modo di leggere i quotidiani: più disincantato e infinitamente più divertente. Anche se, dopo averlo finito, il 75,94 per cento dei lettori non stringerà mai più la mano a un giornalista.

Calcoli creativi, percentuali perverse, statistiche strabiche:
i numeri non mentono, ma si può mentire coi numeri
e i giornali lo fanno tutti i giorni.
Come neutralizzare la disinformazione quotidiana?

“Un libro divertente, saggio e frizzante che tanto i consumatori quanto i produttori di notizie farebbero bene a leggere.”
- Washington Post

La mattina aprendo il giornale ci troviamo di fronte il titolo: “Calano le tirature dei quotidiani”. Cosa dovremmo fare, comprarne un’altra copia? Niente paura, è solo autoreferenzialità: una delle assurdità minori tra molte che affliggono la nostra informazione. Non ce ne stupiamo più, tanto che ci sembra normale se “I candidati contraddicono le reciproche smentite”, o “I panda non riescono ad accoppiarsi. Intervengono i veterinari”. E purtroppo crediamo a chi ci “dimostra” che alcuni dentisti diffondono intenzionalmente l’AIDS o che i cellulari possono anche curare il cancro, servendosi invariabilmente di diagrammi, statistiche, grafici e classifiche che fanno sembrare tutto vero. Mentre è tutto falso, o perlomeno abilmente pilotato. John Allen Paulos veste i panni del giustiziere matematico per porre fine a questo abuso dell’apparente oggettività dei numeri, e alla conseguente disinformazione selvaggia. Spiega per esempio come usare la logica per difendersi dai fabbricatori di divi artificiali e come maneggiare probabilità e casualità per ridimensionare articoli catastrofici su criminalità, epidemie e altri allarmi sociali. Demolisce con nozioni di aritmetica elementare pregiudizi dei consumatori, trucchi elettorali e mitologie sportive. E brandendo la teoria del caos fa piazza pulita della brutta abitudine di fare previsioni, così diffusa sulle pagine economiche.
Articolo dopo articolo, errore dopo errore, questo libro dimostra come basti porsi le domande giuste per scoprire che ben poche delle notizie stampate ogni giorno hanno una qualsivoglia attinenza con la realtà. Così facendo, apre la via a un nuovo modo di leggere i quotidiani: più disincantato e infinitamente più divertente. Anche se, dopo averlo finito, il 75,94 per cento dei lettori non stringerà mai più la mano a un giornalista.

Commenti

Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli
    • Collana: SAGGI
    • Prezzo: 18.00 €
    • Pagine: 304
    • Formato libro: 18 x 13
    • Tipologia: CARTONATO
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817035514

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...