Tomka, il Gitano di Guernica

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Guernica, 26 aprile 1937.
3 ore di bombardamenti a tappeto, 1654 morti, 889 feriti, una città rasa al suolo. La fine di un'illusione.

"Come protagonista della nostra storia abbiamo scelto un gitano, la persona più lontana dalla logica degli eserciti sulla faccia della terra" spiega Carlotto.

"Tomka ha il volto di José Ortega, il pittore amico di Picasso. E i muri di Guernica sono quelli di Matera, la mia città" racconta Palumbo.

Un gitano in una guerra non sua, in fuga dai fantasmi del passato, e due maestri del noir a raccontare la sua storia, fatta di parole, immagini, emozioni. Tomka è un nomade, la persona più lontana dalla logica degli eserciti e della politica che si possa immaginare, ed è accampato a Guernica con la sua gente quando uno stuka tedesco si stacca dallo stormo e punta il gruppo di carri coperti e di cavalli ungheresi. Quel giorno si sperimenta per la prima volta nella storia il bombardamento aereo di una città. Il risultato è una mattanza, una vera prova generale degli effetti della Seconda guerra mondiale. Tomka non ha nulla a che vedere con le follie dei "gagé", dei non-nomadi, eppure le bombe colpiscono proprio quanto ha di più caro. Si arruola per morire, non per combattere. Sta dalla parte della Repubblica, contro i franchisti, i tedeschi, i fascisti. È l'occasione per subire e infliggere le atrocità di un modo tragicamente nuovo di fare la guerra. Ma è anche l'occasione per conoscere l'amore e provare così, nell'incertezza e nel terrore, la paura della separazione e l'angoscia del tradimento. Dal racconto di uno dei più amati scrittori italiani, illustrato da uno dei nostri più brillanti fumettisti, nasce così un inedito graphic novel dalla straordinaria potenza espressiva.

Guernica, 26 aprile 1937.
3 ore di bombardamenti a tappeto, 1654 morti, 889 feriti, una città rasa al suolo. La fine di un'illusione.

"Come protagonista della nostra storia abbiamo scelto un gitano, la persona più lontana dalla logica degli eserciti sulla faccia della terra" spiega Carlotto.

"Tomka ha il volto di José Ortega, il pittore amico di Picasso. E i muri di Guernica sono quelli di Matera, la mia città" racconta Palumbo.

Un gitano in una guerra non sua, in fuga dai fantasmi del passato, e due maestri del noir a raccontare la sua storia, fatta di parole, immagini, emozioni. Tomka è un nomade, la persona più lontana dalla logica degli eserciti e della politica che si possa immaginare, ed è accampato a Guernica con la sua gente quando uno stuka tedesco si stacca dallo stormo e punta il gruppo di carri coperti e di cavalli ungheresi. Quel giorno si sperimenta per la prima volta nella storia il bombardamento aereo di una città. Il risultato è una mattanza, una vera prova generale degli effetti della Seconda guerra mondiale. Tomka non ha nulla a che vedere con le follie dei "gagé", dei non-nomadi, eppure le bombe colpiscono proprio quanto ha di più caro. Si arruola per morire, non per combattere. Sta dalla parte della Repubblica, contro i franchisti, i tedeschi, i fascisti. È l'occasione per subire e infliggere le atrocità di un modo tragicamente nuovo di fare la guerra. Ma è anche l'occasione per conoscere l'amore e provare così, nell'incertezza e nel terrore, la paura della separazione e l'angoscia del tradimento. Dal racconto di uno dei più amati scrittori italiani, illustrato da uno dei nostri più brillanti fumettisti, nasce così un inedito graphic novel dalla straordinaria potenza espressiva.

Commenti

Autore


  • Massimo Carlotto

    (Padova 1956) è uno dei più affermati autori italiani di noir. Ha esordito nel 1994 con Il fuggiasco, cui sono seguiti, tra gli altri, Le irregolari, Arrivederci amore ciao, L’oscura immensità de [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli
    • Collana: VARIA
    • Prezzo: 15.00 €
    • Pagine: 168
    • Formato libro: 24 x 17
    • Tipologia: BROSSURA
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817017329

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...