Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Sull’embrione

Emanuele Severino

Rizzoli
Copertina di: Sull’embrione

Una riflessione filosofica sulle origini della vita umana, la scienza e la dottrina della Chiesa.

"Nel tempo il feto é animale prima di essere uomo" scrive san Tommaso nella Summa contra Gentiles. Ma sulla questione dell'embrione la Chiesa, che pure su Tommaso fonda buona parte del proprio pensiero teologico, ha preso le distanze dal filosofo di Aquino. E lo ha fatto a prezzo di incoerenze. Muovendo da questa riflessione, Emanuele Severino si è trovato al centro del dibattito sulla natura dell'embrione, soprattutto con gli articoli apparsi sul "Corriere della Sera" in occasione del recente referendum sulla procreazione assistita. In questo volume, che raccoglie e integra i suoi interventi, l'autore mostra le contraddizioni logiche in cui cade la dottrina cattolica quando considera l'embrione come una persona umana in atto, dunque fornita di tutti i diritti dell'uomo adulto. E se la Chiesa condanna la fecondazione eterologa perché contraria ai suoi principi morali, tra i laici c'è chi vorrebbe impedire la nascita di un essere malformato. Per Severino cristianesimo e laicismo hanno la stessa anima, e a combattersi sono in realtà due dogmatismi che condividono la medesima volontà di trattenere per sempre nel nulla ciò che deve esistere. Superando i luoghi comuni delle opposte propagande, l'autore conduce una discussione incalzante sulle origini e sul significato autentico della vita umana e, nello stesso tempo, ci invita a ripensare all'atteggiamento delle istituzioni religiose e ai loro rapporti con le leggi dello Stato.

Libri Correlati

vedi tutti