Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Stella cadente

Rizzoli
Copertina di: Stella cadente

"La stessa cristallina qualità di Raymond Chandler."
Stephen King

Come il Julian Vega del romanzo, più di 100.000 studenti a New York City sono immigrati dominicani. Un americano su 10 a casa parla spagnolo.

Peter Blauner ha dichiarato: «Molti scrivono libri per farne dei film, ma questo significa usare solo due dei cinque sensi, la vista e l'udito. Quando io scrivo un libro li uso tutti e cinque».

A New York City il tasso di omicidi è di 7 ogni 100.000 abitanti. Nel 2005 i casi di morte violenta sono stati 540.

Julian Vega non ha mai ucciso Allison Wallis, la giovane dottoressa brutalmente assassinata nel 1983 nella città di New York. Lui si dichiara innocente, ma intanto marcisce in prigione da vent'anni. Pietà per quella donna senza colpa, rabbia per i terribili anni di carcere e profondo rancore per un detective che l'ha sbattuto dentro con indagini sommarie: questo è tutto il mondo di Julian Vega.
Ma l'incubo non è finito quando le porte della libertà gli si aprono davanti. Uno stesso, identico delitto viene commesso: sempre una giovane dottoressa, la stessa violenza di quel lontano passato, gli stessi dettagli sulla scena del delitto e, maledizione che si ripete, ancora quel detective che indaga sul caso.
Ma oggi le regole del gioco sono diverse, e gli strumenti della scientifica sono ovviamente sofisticati. Adesso i tessuti e i residui di sangue trovati sotto le unghie della vittima possono essere esaminati e confrontati con quelli della donna uccisa vent'anni prima. La tensione è fortissima: bisogna riesumare il corpo di Allison Wallis e ricominciare l'indagine con la più accurata delle analisi. Il sangue sotto le unghie della vecchia vittima non è quello di un uomo: Julian Vega non ha ucciso Allison Wallis vent'anni prima.
Una verità terribile è davanti agli occhi di tutti: il campione di sangue del 1983 è identico a quel-lo rinvenuto sulla nuova vittima. È il sangue di Allison Wallis...