Skeleton Man

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Da qualche parte,
nel grand canyon,
c’è lo scheletro
di un uomo. Al suo
polso è ammanettata
una valigetta.

 

 

“Secondo lei, tutto è cominciato quando quel giovane con la macchina fotografica sul volo United Airlines ha detto alla hostess che gli sarebbe piaciuto fare qualche foto del Grand Canyon mentre lo stavano sorvolando. La hostess lo riferisce al pilota, che devia un po’ la rotta per uscire dalla nuvola che stanno attraversando. E così va dritto addosso all’aereo della TWA. Era il 30 giugno del 1956. Benissimo. Ammettiamo che sia andata così. Un passeggero chiede una cortesia, il comandante gliela concede. Bang. Tutti morti. Fine della storia. E poi, questa primavera, circa cinquant’anni dopo, uno hopi di nome Billy Tuve entra in un banco dei pegni a Gallup e cerca di impegnare per venti dollari un diamante che ne vale ventimila. E questo porta a un’altra serie di avvenimenti che sono proprio un’altra storia. Sbaglio?”

 

 

Un giovane di una tribù hopi, nel New Mexico, si caccia in un guaio molto più grande di lui quando cerca di impegnare per pochi dollari un diamante e viene accusato di aver partecipato a una rapina a mano armata terminata con la morte del gioielliere. Il ragazzo sostiene di aver ricevuto la pietra preziosa da un vecchio eremita incontrato nel Grand Canyon. Il tenente Joe Leaphorn, ormai in pensione dalla Navajo Tribal Police, e il suo vecchio collega Jim Chee credono nell’innocenza del giovane. Insieme si imbatteranno in una storia di cinquant’anni prima: uno spaventoso disastro aereo, un commerciante di gioielli diretto a New York dalla fi danzata incinta, una contesa eredità miliardaria. Ma nello sconfinato Ovest americano tutto è permesso e ci sono uomini disposti a tutto pur di impedire che la verità venga alla luce.

Da qualche parte,
nel grand canyon,
c’è lo scheletro
di un uomo. Al suo
polso è ammanettata
una valigetta.

 

 

“Secondo lei, tutto è cominciato quando quel giovane con la macchina fotografica sul volo United Airlines ha detto alla hostess che gli sarebbe piaciuto fare qualche foto del Grand Canyon mentre lo stavano sorvolando. La hostess lo riferisce al pilota, che devia un po’ la rotta per uscire dalla nuvola che stanno attraversando. E così va dritto addosso all’aereo della TWA. Era il 30 giugno del 1956. Benissimo. Ammettiamo che sia andata così. Un passeggero chiede una cortesia, il comandante gliela concede. Bang. Tutti morti. Fine della storia. E poi, questa primavera, circa cinquant’anni dopo, uno hopi di nome Billy Tuve entra in un banco dei pegni a Gallup e cerca di impegnare per venti dollari un diamante che ne vale ventimila. E questo porta a un’altra serie di avvenimenti che sono proprio un’altra storia. Sbaglio?”

 

 

Un giovane di una tribù hopi, nel New Mexico, si caccia in un guaio molto più grande di lui quando cerca di impegnare per pochi dollari un diamante e viene accusato di aver partecipato a una rapina a mano armata terminata con la morte del gioielliere. Il ragazzo sostiene di aver ricevuto la pietra preziosa da un vecchio eremita incontrato nel Grand Canyon. Il tenente Joe Leaphorn, ormai in pensione dalla Navajo Tribal Police, e il suo vecchio collega Jim Chee credono nell’innocenza del giovane. Insieme si imbatteranno in una storia di cinquant’anni prima: uno spaventoso disastro aereo, un commerciante di gioielli diretto a New York dalla fi danzata incinta, una contesa eredità miliardaria. Ma nello sconfinato Ovest americano tutto è permesso e ci sono uomini disposti a tutto pur di impedire che la verità venga alla luce.

Commenti

Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli
    • Prezzo: 3.90 €
    • Pagine: 264
    • Formato libro: 24 x 16
    • Tipologia: CARTONATO
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817041201

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...