Piccolo Capo Bianco

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


“Puoi immaginare la
Frontiera selvaggia,
i bisonti, gli indiani,
la vastità della prateria,
la magnificenza delle
Montagne Rocciose?
Riesci davvero a
comprendere quello
che provo?”


Affascinato dai racconti dei pionieri, a dodici anni Amos cerca di convincere il padre a partire per l’avventura, verso il West. Ma il padre è felice e appagato, non desidera altro, e al fi glio non rimane che disegnare sui banchi di scuola gli accampamenti e i guerrieri indiani che popolano i suoi sogni. Finché un giorno scoppia la guerra, che spacca in due gli Stati Uniti d’America e trascina tutti sulle polverose piste dell’Oregon Trail. Il destino spinge Amos dove aveva sempre desiderato andare, ma pretende un costo altissimo, mettendolo a faccia a faccia con la morte e la violenza. Eppure tra le cruente battaglie e la fatica del cammino Amos assapora anche l’incontro con una civiltà diversa: spinto a presidiare la frontiera, entra in contatto con i Sioux, ne impara la lingua e i costumi, e decide di percorrere insieme a loro una strada d’amicizia e rispetto, così profondi da meritargli un nome indiano tutto suo: Piccolo Capo Bianco. Così accadde a Caspar Collins, meglio noto come Balla coi Lupi, alla cui vita è ispirato questo romanzo che ripercorre gli anni della guerra civile americana in un’accurata ricostruzione storica e dando voce ai pensieri di Amos diventa incalzante racconto d’avventura. 

“Puoi immaginare la
Frontiera selvaggia,
i bisonti, gli indiani,
la vastità della prateria,
la magnificenza delle
Montagne Rocciose?
Riesci davvero a
comprendere quello
che provo?”


Affascinato dai racconti dei pionieri, a dodici anni Amos cerca di convincere il padre a partire per l’avventura, verso il West. Ma il padre è felice e appagato, non desidera altro, e al fi glio non rimane che disegnare sui banchi di scuola gli accampamenti e i guerrieri indiani che popolano i suoi sogni. Finché un giorno scoppia la guerra, che spacca in due gli Stati Uniti d’America e trascina tutti sulle polverose piste dell’Oregon Trail. Il destino spinge Amos dove aveva sempre desiderato andare, ma pretende un costo altissimo, mettendolo a faccia a faccia con la morte e la violenza. Eppure tra le cruente battaglie e la fatica del cammino Amos assapora anche l’incontro con una civiltà diversa: spinto a presidiare la frontiera, entra in contatto con i Sioux, ne impara la lingua e i costumi, e decide di percorrere insieme a loro una strada d’amicizia e rispetto, così profondi da meritargli un nome indiano tutto suo: Piccolo Capo Bianco. Così accadde a Caspar Collins, meglio noto come Balla coi Lupi, alla cui vita è ispirato questo romanzo che ripercorre gli anni della guerra civile americana in un’accurata ricostruzione storica e dando voce ai pensieri di Amos diventa incalzante racconto d’avventura. 

Commenti

Autore


  • Guido Sgardoli

    vive e lavora a Treviso, ma è nato a San Donà di Piave. La sua famiglia ha vissuto a lungo sulle sponde del fiume “sacro alla Patria”. Già autore per Rizzoli di romanzi come Piccolo Capo Bianco [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli
    • Collana: RAGAZZI
    • Prezzo: 17.50 €
    • Pagine: 522
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817042512
    • ISBN E-book: 9788858651322

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...