Per questo mi chiamo Giovanni

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


“Gli uomini passano, le idee restano e continuano a camminare sulle gambe di altri uomini.”

Giovanni Falcone

 

“Mi auguro che questo libro venga molto letto e molto commentato, che faccia parlare della giustizia, dei valori per i quali Giovanni è vissuto e si è sacrificato. Spero che possa servire agli insegnanti e ai genitori per far capire ai ragazzi che cos’è la mafia e come la si può combattere, da grandi e da piccoli, nella vita di tutti i giorni.”

Dalla prefazione di Maria Falcone

 

Per questo mi chiamo Giovanni ha vinto:

il Premio Ostia – Mare di Roma 2004

il Premio Piccoli Lettori 2004 – Città di Calimera

e il Premio Città di Penne – Fondazione Caripe 2004

 

 

Giovanni è un bambino di Palermo. Per il suo decimo compleanno, il papà gli regala una giornata speciale: una gita attraverso la città, per spiegargli come mai, di tutti i nomi possibili, per lui è stato scelto proprio Giovanni. Tappa dopo tappa, nel racconto prendono vita i momenti chiave della storia di Giovanni Falcone, il suo impegno, le vittorie e le sconfitte, le rinunce, l'epilogo. Giovanni scopre che il papà non parla di cose astratte: la mafia c'è anche a scuola, è nel ragazzino prepotente che tormenta gli altri, è nel silenzio di complicità che ne avvolge le malefatte. La mafia è una nemica da combattere subito, senza aspettare di diventare grandi, anche se ti chiede di fare delle scelte e subirne le conseguenze.

“Gli uomini passano, le idee restano e continuano a camminare sulle gambe di altri uomini.”

Giovanni Falcone

 

“Mi auguro che questo libro venga molto letto e molto commentato, che faccia parlare della giustizia, dei valori per i quali Giovanni è vissuto e si è sacrificato. Spero che possa servire agli insegnanti e ai genitori per far capire ai ragazzi che cos’è la mafia e come la si può combattere, da grandi e da piccoli, nella vita di tutti i giorni.”

Dalla prefazione di Maria Falcone

 

Per questo mi chiamo Giovanni ha vinto:

il Premio Ostia – Mare di Roma 2004

il Premio Piccoli Lettori 2004 – Città di Calimera

e il Premio Città di Penne – Fondazione Caripe 2004

 

 

Giovanni è un bambino di Palermo. Per il suo decimo compleanno, il papà gli regala una giornata speciale: una gita attraverso la città, per spiegargli come mai, di tutti i nomi possibili, per lui è stato scelto proprio Giovanni. Tappa dopo tappa, nel racconto prendono vita i momenti chiave della storia di Giovanni Falcone, il suo impegno, le vittorie e le sconfitte, le rinunce, l'epilogo. Giovanni scopre che il papà non parla di cose astratte: la mafia c'è anche a scuola, è nel ragazzino prepotente che tormenta gli altri, è nel silenzio di complicità che ne avvolge le malefatte. La mafia è una nemica da combattere subito, senza aspettare di diventare grandi, anche se ti chiede di fare delle scelte e subirne le conseguenze.

Commenti

Autore


  • Luigi Garlando

    Luigi Garlando è giornalista alla Gazzetta dello Sport. Da anni scrive libri di successo per ragazzi tra cui Camilla che odiava la politica (Rizzoli, 2008) e la serie Gol! (Piemme). Ha scritto anche [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli
    • Collana: RAGAZZI – STORIE VERE
    • Prezzo: 9.90 €
    • Pagine: 144
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817024471

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...