Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Pelham 1 2 3. Un ostaggio al minuto

Rizzoli
Copertina di: Pelham 1 2 3. Un ostaggio al minuto

17 persone in ostaggio di 4 uomini armati.
Un piano criminale senza precedenti.
Una mortale trappola sotterranea:
la metropolitana di New York.


Al Centro comandi della Grand Central Station di New York, tutti gli occhi sono puntati sul tabellone: un treno locale, il Pelham 123, è fermo in galleria tra la Ventottesima e la Ventitreesima, apparentemente senza motivo. Finché, via radio, arriva un’agghiacciante comunicazione: quattro uomini armati di mitra hanno sequestrato il convoglio e tengono in ostaggio i passeggeri della carrozza numero uno. Per liberarli vogliono un milione di dollari, e li vogliono entro un’ora. Altrimenti i criminali, capeggiati dallo spietato Ryder, uccideranno i diciassette ostaggi uno dopo l’altro, al ritmo di uno al minuto. Il conto alla rovescia comincia: e mentre l’NYPD cerca disperatamente di preparare un piano d’attacco per fare irruzione sotto terra, il sindaco, deciso a salvare gli ostaggi e soprattutto la sua candidatura alle prossime elezioni, è disposto a tutto. Anche a trattare. Sarà il tenente Garber a prendere in mano la situazione: uomo chiave della sicurezza pubblica della città, conosce a menadito il sistema metropolitano di Manhattan. Ma neanche Garber può rispondere alla domanda più inquietante: anche se i quattro otterranno il riscatto, come pensano di scappare da quella labirintica trappola sotterranea che è la metropolitana di New York?
Scritto nel 1972 e divenuto ormai un classico del thriller d’azione, adrenalinico e trascinante come un treno in corsa, Pelham 123 ritorna finalmente in libreria. Una dose di alta tensione da assumere con cautela.