Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

La Valle degli uomini liberi

Alessandro Mondo

Rizzoli
Copertina di: La Valle degli uomini liberi

Pare un duello interminabile quello che si consuma alla fine di un rigido inverno nell’aspra Valle piemontese del Pellice tra il generale francese Roland Berthier e il suo unico vero nemico, il fuorilegge Giacomo Spada, detto il Nibbio, comandante di una banda che resiste all’invasione dell’aquila napoleonica.
Berthier ha combattuto grandi battaglie, come quella di Marengo, e si sente soffocare dalla noia in quella sperduta guarnigione fuori dal mondo: la sua unica via di fuga dalla realtà è l’idea di schiacciare quel drappello di irriducibili pezzenti. A ogni costo. Per questo decide di liberare il soldato Matteo Vinassa, condannato a morte per aver pugnalato un ufficiale francese. In cambio Matteo dovrà infiltrarsi tra i ribelli e portargli la testa del Nibbio: solo così tornerà a essere un uomo libero. Ma Berthier trascura la forza che nasce dalla disperazione e il potere che può sprigionarsi là dove la lealtà ha ancora un valore. Matteo, raggiunta la formazione del Nibbio, scoprirà infatti il carisma di una figura del tutto diversa dal feroce brigante che gli è stato descritto. Con La valle degli uomini liberi Alessandro Mondo ci racconta un’appassionante avventura che rievoca un’epoca dimenticata dalla storia ufficiale, l’epopea di un manipolo di uomini pronti a contrastare con ogni mezzo un nemico che si crede invincibile.