L’ Uomo che parlava con i lupi

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


“I nativi americani credono che ciò
che accade nel mondo dei lupi
si rifletta nel nostro e viceversa.
Dicono: “così lui, così anch’io”. Solo
vivendo insieme ogni cosa avrà
il suo posto e il suo ruolo:
nel mondo animale si collabora,
la natura non sempre è crudele.”


“Vedere Shaun Ellis ululare insieme ai “suoi” tre cuccioli
fa venire voglia di essere parte di un branco.”
— New York Times

“Una prospettiva straordinaria sulla relazione

tra uomo e natura selvaggia.”

—Kirkus Reviews

 

 

Shaun Ellis ha rinunciato alle comodità, alla famiglia, alla società di cui faceva parte per vivere con i lupi. Oggi ha 44 anni, due penetranti occhi blu che spuntano tra una chioma arruffata, un viso segnato dal sole, dal freddo e da cicatrici profonde, testimoni delle sue lotte. Oggi lui è l’uomo-lupo. Per diventare membro effettivo di un branco, Ellis ha cacciato coi lupi, ha affondato la testa nella carcassa della preda per mangiarne la carne, non si è lavato per mesi se non in qualche pozzanghera, ha imparato a comunicare ululando e a difendersi riconoscendo suoni e odori. Questa scelta, frutto di autentico e incondizionato amore per gli animali, è maturata in lui dal primo momento in cui ha incrociato lo sguardo di un lupo e ha capito che la sua vita sarebbe stata dedicata alla protezione di questi meravigliosi animali in pericolo. Dall’infanzia in una modesta casa del Norfolk, in Inghilterra, all’esperienza in America, dove è diventato allievo ed erede del guardiano dei lupi, un indiano Nez Percé, fino all’attuale impegno in un parco del Devon, questo naturalista d’altri tempi ci racconta le straordinarie vicende che lo hanno portato, nel 2004, a passare diciotto mesi in cattività assieme a tre cuccioli abbandonati dalla madre per mostrare loro come diventare veri lupi e sopravvivere (i video che ritraggono i momenti in cui Shaun insegna loro a uggiolare hanno record di contatti su YouTube). Dopo anni di vita selvaggia, Shaun a volte si sente estraneo alla civiltà e stenta a riconoscersi nella figura ferina che lo osserva dallo specchio. Eppure non si è mai sentito più umano di ora.

“I nativi americani credono che ciò
che accade nel mondo dei lupi
si rifletta nel nostro e viceversa.
Dicono: “così lui, così anch’io”. Solo
vivendo insieme ogni cosa avrà
il suo posto e il suo ruolo:
nel mondo animale si collabora,
la natura non sempre è crudele.”


“Vedere Shaun Ellis ululare insieme ai “suoi” tre cuccioli
fa venire voglia di essere parte di un branco.”
— New York Times

“Una prospettiva straordinaria sulla relazione

tra uomo e natura selvaggia.”

—Kirkus Reviews

 

 

Shaun Ellis ha rinunciato alle comodità, alla famiglia, alla società di cui faceva parte per vivere con i lupi. Oggi ha 44 anni, due penetranti occhi blu che spuntano tra una chioma arruffata, un viso segnato dal sole, dal freddo e da cicatrici profonde, testimoni delle sue lotte. Oggi lui è l’uomo-lupo. Per diventare membro effettivo di un branco, Ellis ha cacciato coi lupi, ha affondato la testa nella carcassa della preda per mangiarne la carne, non si è lavato per mesi se non in qualche pozzanghera, ha imparato a comunicare ululando e a difendersi riconoscendo suoni e odori. Questa scelta, frutto di autentico e incondizionato amore per gli animali, è maturata in lui dal primo momento in cui ha incrociato lo sguardo di un lupo e ha capito che la sua vita sarebbe stata dedicata alla protezione di questi meravigliosi animali in pericolo. Dall’infanzia in una modesta casa del Norfolk, in Inghilterra, all’esperienza in America, dove è diventato allievo ed erede del guardiano dei lupi, un indiano Nez Percé, fino all’attuale impegno in un parco del Devon, questo naturalista d’altri tempi ci racconta le straordinarie vicende che lo hanno portato, nel 2004, a passare diciotto mesi in cattività assieme a tre cuccioli abbandonati dalla madre per mostrare loro come diventare veri lupi e sopravvivere (i video che ritraggono i momenti in cui Shaun insegna loro a uggiolare hanno record di contatti su YouTube). Dopo anni di vita selvaggia, Shaun a volte si sente estraneo alla civiltà e stenta a riconoscersi nella figura ferina che lo osserva dallo specchio. Eppure non si è mai sentito più umano di ora.

Commenti

Autore


  • Shaun Ellis

    Shaun Ellis ha dato vita a una fondazione in un parco del North Devon, in Inghilterra, dove vive con tre branchi di lupi. Lo scopo della fondazione è fornire aiuto e supporto alla tutela di questi an [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli
    • Collana: VARIA
    • Prezzo: 17.50 €
    • Pagine: 312
    • Formato libro: 22 x 14
    • Tipologia: CARTONATO
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817040174

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...