L’ Uomo che odiava Sherlock Holmes

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Quando la pol izia t rova i l cadavere di Alex Cale strangolato nel la sua camera al l’Algonquin Hotel di New York, sul la parete campeggia una sola parola, scrit ta con il sangue: “Elementare”. Non ci vuol molto a capire che l’omicidio è un puzzle che solo un raf f inato conoscitore di Sherlock Holmes può sperare di ricostruire. Il giovane Harold White non è un detective professionista, però ha fiuto da vendere ed è un vero cultore dei libri di Sir Conan Doyle. Come gli altri membri della sua associazione, era all’Algonquin per la conferenza nella quale Cale si preparava ad annunciare il ritrovamento dei diari del grande scrittore. Solo i diari possono fornire risposta all’interrogat ivo che assilla i fan da oltre un secolo: cosa è accaduto nella vita di Doyle tra il 1893 e il 1901, tra il momento in cui decise di “uccidere” Sherlock Holmes e quello in cui, a sorpresa, lo rest ituì ai suoi lettori nel Mastino dei Baskerville? Possibile che qualcuno sia disposto a tutto, anche a uccidere, pur di scoprirlo? Ingaggiato dal pronipote del celebre autore per svelare la verità e ritrovare i diari, Harold White si addentra nel dedalo di un’indagine che si snoda tra la New York di oggi e la Londra di fine Ottocento. Per scoprire che anche Doyle, all’epoca, si era trasformato in detective, e insieme all’amico Bram Stoker, autore di Dracula, aveva tentato di fare luce su una serie di efferati omicidi. Con L’uomo che odiava Sherlock Holmes Graham Moore ci regala un romanzo avvincente e pieno di atmosfera, che svela l’ultimo, il più sconvolgente mistero di Sherlock Holmes.

Quando la pol izia t rova i l cadavere di Alex Cale strangolato nel la sua camera al l’Algonquin Hotel di New York, sul la parete campeggia una sola parola, scrit ta con il sangue: “Elementare”. Non ci vuol molto a capire che l’omicidio è un puzzle che solo un raf f inato conoscitore di Sherlock Holmes può sperare di ricostruire. Il giovane Harold White non è un detective professionista, però ha fiuto da vendere ed è un vero cultore dei libri di Sir Conan Doyle. Come gli altri membri della sua associazione, era all’Algonquin per la conferenza nella quale Cale si preparava ad annunciare il ritrovamento dei diari del grande scrittore. Solo i diari possono fornire risposta all’interrogat ivo che assilla i fan da oltre un secolo: cosa è accaduto nella vita di Doyle tra il 1893 e il 1901, tra il momento in cui decise di “uccidere” Sherlock Holmes e quello in cui, a sorpresa, lo rest ituì ai suoi lettori nel Mastino dei Baskerville? Possibile che qualcuno sia disposto a tutto, anche a uccidere, pur di scoprirlo? Ingaggiato dal pronipote del celebre autore per svelare la verità e ritrovare i diari, Harold White si addentra nel dedalo di un’indagine che si snoda tra la New York di oggi e la Londra di fine Ottocento. Per scoprire che anche Doyle, all’epoca, si era trasformato in detective, e insieme all’amico Bram Stoker, autore di Dracula, aveva tentato di fare luce su una serie di efferati omicidi. Con L’uomo che odiava Sherlock Holmes Graham Moore ci regala un romanzo avvincente e pieno di atmosfera, che svela l’ultimo, il più sconvolgente mistero di Sherlock Holmes.

Commenti

Autore


  • Graham Moore

    GRAHAM MOORE è uno dei maggior i esperti mondiali dell’opera di Conan Doyle. È laureato in Storia delle religioni alla Columbia University e vive a Los Angeles.


Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli
    • Collana: NARRATIVA STRANIERA
    • Prezzo: 8.80 €
    • Pagine: 368
    • Formato libro: 21 x 15
    • Tipologia: CARTONATO
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817047241
    • ISBN E-book: 9788858630938

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...