L’ Inizio di tutte le cose

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Creazione o evoluzione?
Scienza e religione a confronto

Da uno dei più autorevoli esponenti della ricerca teologica e del dialogo tra le fedi, un invito a ripensare l'opposizione tra evoluzionismo e creazionismo.

"Un importante contributo al rilancio del dialogo tra fede e scienza."
Joseph Ratzinger, Papa Benedetto XVI

Da quando, un secolo e mezzo fa, Charles Darwin elaborò la teoria della selezione naturale, la polemica tra evoluzionisti e creazionisti non accenna a placarsi. Negli ultimi anni la discussione si è fatta progressivamente più accesa, non di rado assumendo asprezze da guerra santa e importanti valenze politiche. Negli Stati Uniti ? e più di recente anche nel nostro Paese ? la diatriba ha investito il terreno dei programmi educativi, dando luogo a una disputa giuridica sull'opportunità o meno di insegnare nelle scuole la dottrina del "disegno intelligente" del cosmo, fondata sulla Bibbia. Dopo aver narrato la storia millenaria delle tre grandi religioni monoteistiche, l'influente e controverso teologo Hans Küng affronta nel suo nuovo libro il tema sempre attuale del rapporto tra scienza e fede. La sua brillante sintesi ripercorre secoli di storia del pensiero scientifico ? da Copernico a Galilei, da Albert Einstein a Stephen Hawking ? per approdare infine a una conclusione innovativa e stimolante. Scienza e fede devono ripensare il loro rapporto reciproco: è necessario affrancarsi da uno schema teorico "concorrenziale", ma guardarsi al contempo dall'ipotesi "integrazionista", per orientarsi invece verso un modello di complementarietà dei due ambiti. Il "sì a Dio" rende allora possibile una fede illuminata e una razionalità radicale, che si differenzia profondamente da quel razionalismo ideologico i cui limiti sono ormai evidenti agli occhi della stessa comunità scientifica. L'approdo, per il teologo Küng, è che la fede nel Creatore è un punto "da cui sollevare il mondo": chi ha fede non ha risposte a tutto, ma, come Archimede, dispone di una leva grazie alla quale muovere dalle domande sulla natura della cose e sulla realtà che ci circonda, per giungere a interrogarci, con Kant, sulle questioni fondamentali che investono il senso ultimo del nostro essere nel mondo.

Creazione o evoluzione?
Scienza e religione a confronto

Da uno dei più autorevoli esponenti della ricerca teologica e del dialogo tra le fedi, un invito a ripensare l'opposizione tra evoluzionismo e creazionismo.

"Un importante contributo al rilancio del dialogo tra fede e scienza."
Joseph Ratzinger, Papa Benedetto XVI

Da quando, un secolo e mezzo fa, Charles Darwin elaborò la teoria della selezione naturale, la polemica tra evoluzionisti e creazionisti non accenna a placarsi. Negli ultimi anni la discussione si è fatta progressivamente più accesa, non di rado assumendo asprezze da guerra santa e importanti valenze politiche. Negli Stati Uniti ? e più di recente anche nel nostro Paese ? la diatriba ha investito il terreno dei programmi educativi, dando luogo a una disputa giuridica sull'opportunità o meno di insegnare nelle scuole la dottrina del "disegno intelligente" del cosmo, fondata sulla Bibbia. Dopo aver narrato la storia millenaria delle tre grandi religioni monoteistiche, l'influente e controverso teologo Hans Küng affronta nel suo nuovo libro il tema sempre attuale del rapporto tra scienza e fede. La sua brillante sintesi ripercorre secoli di storia del pensiero scientifico ? da Copernico a Galilei, da Albert Einstein a Stephen Hawking ? per approdare infine a una conclusione innovativa e stimolante. Scienza e fede devono ripensare il loro rapporto reciproco: è necessario affrancarsi da uno schema teorico "concorrenziale", ma guardarsi al contempo dall'ipotesi "integrazionista", per orientarsi invece verso un modello di complementarietà dei due ambiti. Il "sì a Dio" rende allora possibile una fede illuminata e una razionalità radicale, che si differenzia profondamente da quel razionalismo ideologico i cui limiti sono ormai evidenti agli occhi della stessa comunità scientifica. L'approdo, per il teologo Küng, è che la fede nel Creatore è un punto "da cui sollevare il mondo": chi ha fede non ha risposte a tutto, ma, come Archimede, dispone di una leva grazie alla quale muovere dalle domande sulla natura della cose e sulla realtà che ci circonda, per giungere a interrogarci, con Kant, sulle questioni fondamentali che investono il senso ultimo del nostro essere nel mondo.

Commenti

Autore


  • Hans Küng

    è il più celebre teologo del dissenso cattolico. Con Rizzoli ha pubblicato, tra gli altri, La Chiesa cattolica (2001), Islam (2005), L’inizio di tutte le cose (2006), Ciò che credo (2010), Onest [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli
    • Collana: SAGGI
    • Prezzo: 18.00 €
    • Pagine: 266
    • Formato libro: 22 x 14
    • Tipologia: CARTONATO
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817012737

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...