L’ Estranea

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


"O stai sempre con me, diventi me, la mia malattia, il mio stesso corpo, o mi lasci in pace perché di quello che mi succede, da fuori, non puoi capire niente"

Estranea alla vita è la morte, ed estranei ai vivi diventano coloro che si trovano nel paese di una malattia inesorabile. L'intenso legame tra una figlia e una madre viene improvvisamente travolto e sfigurato quando la madre è colpita dall'irrompere del male. In un racconto incalzante in cui il passato diventa presente, tutta la storia di una vita, la giovinezza tempestosa, gli amori, il fascino e le battaglie di quella donna che ora le appare irriconoscibile, sfilano davanti agli occhi della figlia, mentre entrambe avanzano nella terra ignota della malattia, scoprendosi diverse da prima, abitate da sentimenti sconosciuti, incapaci di comunicare. Troppo vicine e insieme troppo lontane, dovranno poi condividere con lo stesso disorientamento il confronto con medici e ospedali, una comunità spesso inospitale e contraddittoria, che si nasconde dietro un'illusoria bonarietà o l'accanimento delle cure per non considerare il malato un essere umano trafitto e lacerato. Diario, riflessione, colloquio intimo con l'idea della separazione e della morte, il nuovo libro di Elisabetta Rasy è un'indagine sulla realtà universale del dolore, e su ciò che, nonostante tutto, al dolore sopravvive.

"O stai sempre con me, diventi me, la mia malattia, il mio stesso corpo, o mi lasci in pace perché di quello che mi succede, da fuori, non puoi capire niente"

Estranea alla vita è la morte, ed estranei ai vivi diventano coloro che si trovano nel paese di una malattia inesorabile. L'intenso legame tra una figlia e una madre viene improvvisamente travolto e sfigurato quando la madre è colpita dall'irrompere del male. In un racconto incalzante in cui il passato diventa presente, tutta la storia di una vita, la giovinezza tempestosa, gli amori, il fascino e le battaglie di quella donna che ora le appare irriconoscibile, sfilano davanti agli occhi della figlia, mentre entrambe avanzano nella terra ignota della malattia, scoprendosi diverse da prima, abitate da sentimenti sconosciuti, incapaci di comunicare. Troppo vicine e insieme troppo lontane, dovranno poi condividere con lo stesso disorientamento il confronto con medici e ospedali, una comunità spesso inospitale e contraddittoria, che si nasconde dietro un'illusoria bonarietà o l'accanimento delle cure per non considerare il malato un essere umano trafitto e lacerato. Diario, riflessione, colloquio intimo con l'idea della separazione e della morte, il nuovo libro di Elisabetta Rasy è un'indagine sulla realtà universale del dolore, e su ciò che, nonostante tutto, al dolore sopravvive.

Commenti

Autore


  • Elisabetta Rasy

    vive e lavora a Roma. Ha esordito nel 1985 con il romanzo La prima estasi. Tra i suoi libri ricordiamo Posillipo, L’ombra della luna, Tra noi due, La scienza degli addii, Memorie di una lettrice not [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli
    • Collana: LA SCALA
    • Prezzo: 15.00 €
    • Pagine: 144
    • Formato libro: 20 x 13
    • Tipologia: CARTONATO
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817018333

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...