Il Muro

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Nato nel cuore dell’Europa, nel cuore del ventesimo secolo, all’inizio della Guerra Fredda, Peter Sìs racconta per parole ed immagini – ed è difficile dire ce cosa sia più forte – la sua infanzia e gli anni della crescita in Cecoslovacchia sotto un regime totalitario. E’ la storia di un ragazzo che amava disegnare e fare musica, che entrò a far parte dei Giovani Pionieri e montò la guardia alla statua di Stalin, che una notte, durante una tempesta di neve, incrociò Luis Armstrong e lo salutò; la storia di un ragazzo innamorato dei Beatles che si fece crescere i capelli, lesse in segreto i libri proibiti e ascoltò le radio oscurate. La storia di una persona che per continuare a disegnare quello che desiderava fece una scelta difficile, l’unica possibile: lasciare il suo Paese per l’Occidente

 

 

IO SONO NATO AL PRINCIPIO DI TUTTO QUESTO, SUL LATO ROSSO – IL LATO COMUNISTA – DELLA CORTINA DI FERRO.

 

Peter Sìs ci guida alla scoperta del mondo che lo ha visto crescere: la Cecoslovacchia durante la Guerra Fredda. La seconda guerra mondiale è finita, i tedeschi se ne sono andati, ma la Cecoslovacchia è ancora un Paese occupato, questa volta dai Russi. Mentre sale la tensione tra l’Europa dell’Est e il mondo libero, i confini a Ovest vengono rafforzati con muri e reti divisorie: è calata la Cortina di Ferro. Dall’altra parte sono in tanti a desiderare di essere liberi. Il bambino Peter diventa grande e scopre di essere uno di loro.

In questo libro racconta la sua storia attraverso disegni e ricordi: l’infanzia felice, poi l’adolescenza, quando le notizie dall’Occidente filtrano lentamente nel Paese. Peter e i suoi amici sentono parlare di blue jeans, Coca-Cola, poesia beat, rock’n’roll. E dei Beatles. I frutti proibiti del mondo libero esercitano un’attrattiva irresistibile sui giovani, l’eccitazione sale, le barriere cominciano a crollare. E’ il 1968, la Primavera di Praga, e la vita è bella. Poi l’Unione Sovietica impone di nuovo il suo controllo totalitario, e il semplice, complicato desiderio di Peter – essere livero – diventa insopprimibile.

 

“I ragazzi non avevano ancora una graphic novel della forza di Man o Persepolis. Ora ce l’hanno”

Publishers Weekly

Nato nel cuore dell’Europa, nel cuore del ventesimo secolo, all’inizio della Guerra Fredda, Peter Sìs racconta per parole ed immagini – ed è difficile dire ce cosa sia più forte – la sua infanzia e gli anni della crescita in Cecoslovacchia sotto un regime totalitario. E’ la storia di un ragazzo che amava disegnare e fare musica, che entrò a far parte dei Giovani Pionieri e montò la guardia alla statua di Stalin, che una notte, durante una tempesta di neve, incrociò Luis Armstrong e lo salutò; la storia di un ragazzo innamorato dei Beatles che si fece crescere i capelli, lesse in segreto i libri proibiti e ascoltò le radio oscurate. La storia di una persona che per continuare a disegnare quello che desiderava fece una scelta difficile, l’unica possibile: lasciare il suo Paese per l’Occidente

 

 

IO SONO NATO AL PRINCIPIO DI TUTTO QUESTO, SUL LATO ROSSO – IL LATO COMUNISTA – DELLA CORTINA DI FERRO.

 

Peter Sìs ci guida alla scoperta del mondo che lo ha visto crescere: la Cecoslovacchia durante la Guerra Fredda. La seconda guerra mondiale è finita, i tedeschi se ne sono andati, ma la Cecoslovacchia è ancora un Paese occupato, questa volta dai Russi. Mentre sale la tensione tra l’Europa dell’Est e il mondo libero, i confini a Ovest vengono rafforzati con muri e reti divisorie: è calata la Cortina di Ferro. Dall’altra parte sono in tanti a desiderare di essere liberi. Il bambino Peter diventa grande e scopre di essere uno di loro.

In questo libro racconta la sua storia attraverso disegni e ricordi: l’infanzia felice, poi l’adolescenza, quando le notizie dall’Occidente filtrano lentamente nel Paese. Peter e i suoi amici sentono parlare di blue jeans, Coca-Cola, poesia beat, rock’n’roll. E dei Beatles. I frutti proibiti del mondo libero esercitano un’attrattiva irresistibile sui giovani, l’eccitazione sale, le barriere cominciano a crollare. E’ il 1968, la Primavera di Praga, e la vita è bella. Poi l’Unione Sovietica impone di nuovo il suo controllo totalitario, e il semplice, complicato desiderio di Peter – essere livero – diventa insopprimibile.

 

“I ragazzi non avevano ancora una graphic novel della forza di Man o Persepolis. Ora ce l’hanno”

Publishers Weekly

Età:

Commenti

Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli
    • Collana: RAGAZZI
    • Prezzo: 16.00 €
    • Pagine: 56
    • Formato libro: 31 x 23
    • Tipologia: CARTONATO
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817026109

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...