Il mistero delle ninfee

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Per i viaggiatori che si fermavano sul bordo della strada a sbirciare i fiori o che allungavano il collo dai finestrini del treno per scorgere un angolo dello stagno, il giardino di Monet a Giverny era una visione paradisiaca. “Un Paradiso dove, all’ombra di alcuni alberi, i fiori variopinti giocano sul prato illuminati dal sole che filtra a chiazze tra le fronde mosse dalla brezza” scrisse un giornalista. Eppure quel luogo ameno era lo stesso in cui Monet, lottando con le sue tele, contemplava quello che il suo primo critico definì “il nulla insondabile”: le ninfee ­– “silenti e misteriose più di ogni altro fiore” ­– ossessione decennale di un artista che inseguiva il sogno della forma e del colore fin quasi all’autodistruzione.“Ho intrapreso qualcosa di impossibile. Non dormo più per colpa loro”, confessò Monet al suo amico Georges Clemenceau. Ma dietro ogni fiore c’è forse una donna? Una donna inaccessibile, proibita? Ross King ricostruisce lo scenario che fa da sfondo al “folle incantamento” di Monet e alla realizzazione di questi dipinti sfuggenti e misteriosi, in cui – forse più che in ogni altra opera dell’impressionismo – possiamo scorgere la scintilla della modernità.

Per i viaggiatori che si fermavano sul bordo della strada a sbirciare i fiori o che allungavano il collo dai finestrini del treno per scorgere un angolo dello stagno, il giardino di Monet a Giverny era una visione paradisiaca. “Un Paradiso dove, all’ombra di alcuni alberi, i fiori variopinti giocano sul prato illuminati dal sole che filtra a chiazze tra le fronde mosse dalla brezza” scrisse un giornalista. Eppure quel luogo ameno era lo stesso in cui Monet, lottando con le sue tele, contemplava quello che il suo primo critico definì “il nulla insondabile”: le ninfee ­– “silenti e misteriose più di ogni altro fiore” ­– ossessione decennale di un artista che inseguiva il sogno della forma e del colore fin quasi all’autodistruzione.“Ho intrapreso qualcosa di impossibile. Non dormo più per colpa loro”, confessò Monet al suo amico Georges Clemenceau. Ma dietro ogni fiore c’è forse una donna? Una donna inaccessibile, proibita? Ross King ricostruisce lo scenario che fa da sfondo al “folle incantamento” di Monet e alla realizzazione di questi dipinti sfuggenti e misteriosi, in cui – forse più che in ogni altra opera dell’impressionismo – possiamo scorgere la scintilla della modernità.

Commenti

Autore


  • Ross King

    , canadese, si è trasferito in Inghilterra negli anni Novanta per studiare la storia culturale europea. Con Rizzoli ha pubblicato La cupola di Brunelleschi (2001), Il Papa e il suo pittore (2003) e L [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli
    • Collana: SAGGI
    • Prezzo: 24 €
    • Pagine: 464
    • Formato libro: 23 x 15
    • Tipologia: CARTONATO
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817088930
    • ISBN E-book: 9788858685570

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...