Il Grande libro dei cuochi

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Tecniche e ricette nella scuola di cucina
dei più grandi chef del mondo


• Più di 500 ricette d’autore spiegate in modo chiaro e dettagliato
• Tutte le tecniche dei migliori chef spiegate passo dopo passo
• Oltre 1000 fotografie a illustrare tutti i segreti dell’arte culinaria

Dalla giapponese alla mediorientale, dalla messicana all’italiana, dalla cinese alla francese, tutte le cucine del mondo spiegate da 18 tra i più grandi cuochi di fama internazionale.

Gualtiero Marchesi presenta i segreti e le tecniche di:
Ferran Adrià, Rick Bayless, Stephan Franz, Paul Gayler, Peter Gordon, Pierre Hermé, Shaun Hill, Ken Hom, Atul Kochhar, Dan Lepard, Greg Malouf, Christine Manfield, Michele Romano, Hisayuki Takeuchi, David Thompson, Charlie Trotter, Norman Van Aken, Marcus Wareing.

Questa enciclopedia, unica per completezza e precisione, offre suggerimenti pratici per ogni aspetto della cucina: pulire il pesce, il pollame e le verdure, creare nuovi piatti con ingredienti originali, preparare favolosi dessert, fare la pasta fresca, impastare e cuocere il pane. Indispensabile per imparare a realizzare stupefacenti ricette e per perfezionare le tecniche provenienti da ogni cucina del mondo, Il grande libro dei cuochi è un insostituibile aiuto in ogni cucina.

I grandi maestri nella propria cucina di casa
I più grandi chef di ogni continente presentano le preparazioni di base e le tecniche migliori mettendo a disposizione la loro professionalità in modo che cucinare diventi un’esperienza sempre appagante e divertente, anche quando il tempo a disposizione è poco. Ogni tecnica è spiegata puntualmente e corredata da immagini che illustrano ciascun procedimento, oltre che da suggerimenti su cosa fare quando qualcosa non riesce come dovrebbe.

Jill Norman, già autrice riconosciuta nell’editoria inglese, ha progettato e coordinato il lavoro dei seguenti chef:
Ferran Adrià del noto ristorante spagnolo El Bulli, oggi considerato uno degli chef più innovativi del mondo, famoso per avere ideato un nuovo stile di cucina: le spume.
Rick Bayless, premiato ristoratore, autore e personalità televisiva che ha rivoluzionato la conoscenza del cibo messicano in America.
Stephan Franz è stato allievo del leggendario chef tedesco Eckart Witzigmann. Nel 2005 ha ricevuto il riconoscimento di Pastry Chef of the Year dalla GaultMillau.
Paul Gayler, massimo esponente dell’alta cucina vegetariana, deve la sua notorietà all’uso di ingredienti della cucina internazionale ispirato alla classica tradizione francese. È attualmente chef del Lanesborough Hotel di Londra.
Peter Gordon ha introdotto in Gran Bretagna la cucina fusion neozelandese avviando, nel 1995, la cucina del ristorante Sugar Club a Londra. È oggi comproprietario e capo chef del The Providores.
Pierre Hermé, definito il Picasso dell’Impasto dalla rivista “Vogue”, ha un repertorio di straordinari dessert che fanno delle sue due pasticcerie, a Parigi e in Giappone, veri luoghi di delizia per i sensi.
Shaun Hill deve la sua fama all’Hotel Gidleigh Park, nel Devon. Grande studioso e conoscitore della gastronomia, gestisce oggi il ristorante The Merchant House, a Ludlow, che ha meritato una stella Michelin quasi lo stesso giorno in cui è stato inaugurato.
Ken Hom è il cuoco cinese più famoso del mondo, autore di oltre 20 libri di cucina ed entusiasta chef televisivo.
Atul Kochhar, primo chef indiano ad aver ricevuto una stella Michelin, è chef e proprietario del ristorante Benares in Berkeley Square, a Londra.
Dan Lepard è il “guru del pane”, consulente di molti grandi chef londinesi. Ha rivoluzionato l’atteggiamento nei confronti del pane di molti commensali e ristoratori della città.
Greg Malouf, maestro di cucina moresca e araba contemporanea, ha ispirato una generazione di giovani chef e cambiato la scena della ristorazione australiana introducendo la sua grande sensibilità per i sapori e i profumi del Medio Oriente.
Christine Manfield è considerata la sacerdotessa della cucina asiatica presso il suo Paramount, leggendario ristorante a Sidney. I suoi libri hanno avuto ampia diffusione in Australia, negli Stati Uniti e nel Regno Unito.
Michele Romano, il cui Union Square Cafè, con la sua cucina americana di ispirazione italiana, è stato eletto per sette volte, a partire dal 1997, il ristorante più frequentato a New York.
Hisayuki Takeuchi, chef di cucina francese, ha creato una Nouvelle cuisine japanaise nel suo ristorante-scuola-laboratorio a Parigi, il Kaiseki-Sushi. Tutte le sue deliziose creazioni, ispirate da particolari emozioni e da riflessioni filosofiche e poetiche, sono fonte di godimento per il corpo e l’anima.
David Thompson divide il suo tempo tra i due ristoranti di cui è proprietario, il Naham a Londra e il Saylors Thai a Sydney, in Australia. Il suo libro Thai Food è ampiamente riconosciuto quale una delle opere più complete sull’argomento.
Charlie Trotter è una delle star più splendenti della gastronomia americana. I suoi ristoranti, il Charlie’s Trotter a Chicago, il C a Los Cabos, in Messico, e il nuovo ristorante di pesce City’s Time Warner Center a New York, sono dimostrazione lampante di una grande maestria nell’uso di ingredienti e sapori, in perfetta sintonia con una straordinaria competenza tecnica.
Norman Van Aken, lo chef di maggior talento della Florida meridionale, deve la sua notorietà all’uso di tecniche classiche nella preparazione di piatti regionali dell’America latina, dei Carabi, degli Stati Uniti meridionali e dell’Asia per creare la sua New World Cuisine.
Marcus Wareing, tra i giovani chef più acclamati d’Inghilterra, è chef patron del rinnovato Savoy Grill e del Pétrus.

Tecniche e ricette nella scuola di cucina
dei più grandi chef del mondo


• Più di 500 ricette d’autore spiegate in modo chiaro e dettagliato
• Tutte le tecniche dei migliori chef spiegate passo dopo passo
• Oltre 1000 fotografie a illustrare tutti i segreti dell’arte culinaria

Dalla giapponese alla mediorientale, dalla messicana all’italiana, dalla cinese alla francese, tutte le cucine del mondo spiegate da 18 tra i più grandi cuochi di fama internazionale.

Gualtiero Marchesi presenta i segreti e le tecniche di:
Ferran Adrià, Rick Bayless, Stephan Franz, Paul Gayler, Peter Gordon, Pierre Hermé, Shaun Hill, Ken Hom, Atul Kochhar, Dan Lepard, Greg Malouf, Christine Manfield, Michele Romano, Hisayuki Takeuchi, David Thompson, Charlie Trotter, Norman Van Aken, Marcus Wareing.

Questa enciclopedia, unica per completezza e precisione, offre suggerimenti pratici per ogni aspetto della cucina: pulire il pesce, il pollame e le verdure, creare nuovi piatti con ingredienti originali, preparare favolosi dessert, fare la pasta fresca, impastare e cuocere il pane. Indispensabile per imparare a realizzare stupefacenti ricette e per perfezionare le tecniche provenienti da ogni cucina del mondo, Il grande libro dei cuochi è un insostituibile aiuto in ogni cucina.

I grandi maestri nella propria cucina di casa
I più grandi chef di ogni continente presentano le preparazioni di base e le tecniche migliori mettendo a disposizione la loro professionalità in modo che cucinare diventi un’esperienza sempre appagante e divertente, anche quando il tempo a disposizione è poco. Ogni tecnica è spiegata puntualmente e corredata da immagini che illustrano ciascun procedimento, oltre che da suggerimenti su cosa fare quando qualcosa non riesce come dovrebbe.

Jill Norman, già autrice riconosciuta nell’editoria inglese, ha progettato e coordinato il lavoro dei seguenti chef:
Ferran Adrià del noto ristorante spagnolo El Bulli, oggi considerato uno degli chef più innovativi del mondo, famoso per avere ideato un nuovo stile di cucina: le spume.
Rick Bayless, premiato ristoratore, autore e personalità televisiva che ha rivoluzionato la conoscenza del cibo messicano in America.
Stephan Franz è stato allievo del leggendario chef tedesco Eckart Witzigmann. Nel 2005 ha ricevuto il riconoscimento di Pastry Chef of the Year dalla GaultMillau.
Paul Gayler, massimo esponente dell’alta cucina vegetariana, deve la sua notorietà all’uso di ingredienti della cucina internazionale ispirato alla classica tradizione francese. È attualmente chef del Lanesborough Hotel di Londra.
Peter Gordon ha introdotto in Gran Bretagna la cucina fusion neozelandese avviando, nel 1995, la cucina del ristorante Sugar Club a Londra. È oggi comproprietario e capo chef del The Providores.
Pierre Hermé, definito il Picasso dell’Impasto dalla rivista “Vogue”, ha un repertorio di straordinari dessert che fanno delle sue due pasticcerie, a Parigi e in Giappone, veri luoghi di delizia per i sensi.
Shaun Hill deve la sua fama all’Hotel Gidleigh Park, nel Devon. Grande studioso e conoscitore della gastronomia, gestisce oggi il ristorante The Merchant House, a Ludlow, che ha meritato una stella Michelin quasi lo stesso giorno in cui è stato inaugurato.
Ken Hom è il cuoco cinese più famoso del mondo, autore di oltre 20 libri di cucina ed entusiasta chef televisivo.
Atul Kochhar, primo chef indiano ad aver ricevuto una stella Michelin, è chef e proprietario del ristorante Benares in Berkeley Square, a Londra.
Dan Lepard è il “guru del pane”, consulente di molti grandi chef londinesi. Ha rivoluzionato l’atteggiamento nei confronti del pane di molti commensali e ristoratori della città.
Greg Malouf, maestro di cucina moresca e araba contemporanea, ha ispirato una generazione di giovani chef e cambiato la scena della ristorazione australiana introducendo la sua grande sensibilità per i sapori e i profumi del Medio Oriente.
Christine Manfield è considerata la sacerdotessa della cucina asiatica presso il suo Paramount, leggendario ristorante a Sidney. I suoi libri hanno avuto ampia diffusione in Australia, negli Stati Uniti e nel Regno Unito.
Michele Romano, il cui Union Square Cafè, con la sua cucina americana di ispirazione italiana, è stato eletto per sette volte, a partire dal 1997, il ristorante più frequentato a New York.
Hisayuki Takeuchi, chef di cucina francese, ha creato una Nouvelle cuisine japanaise nel suo ristorante-scuola-laboratorio a Parigi, il Kaiseki-Sushi. Tutte le sue deliziose creazioni, ispirate da particolari emozioni e da riflessioni filosofiche e poetiche, sono fonte di godimento per il corpo e l’anima.
David Thompson divide il suo tempo tra i due ristoranti di cui è proprietario, il Naham a Londra e il Saylors Thai a Sydney, in Australia. Il suo libro Thai Food è ampiamente riconosciuto quale una delle opere più complete sull’argomento.
Charlie Trotter è una delle star più splendenti della gastronomia americana. I suoi ristoranti, il Charlie’s Trotter a Chicago, il C a Los Cabos, in Messico, e il nuovo ristorante di pesce City’s Time Warner Center a New York, sono dimostrazione lampante di una grande maestria nell’uso di ingredienti e sapori, in perfetta sintonia con una straordinaria competenza tecnica.
Norman Van Aken, lo chef di maggior talento della Florida meridionale, deve la sua notorietà all’uso di tecniche classiche nella preparazione di piatti regionali dell’America latina, dei Carabi, degli Stati Uniti meridionali e dell’Asia per creare la sua New World Cuisine.
Marcus Wareing, tra i giovani chef più acclamati d’Inghilterra, è chef patron del rinnovato Savoy Grill e del Pétrus.

Commenti

Autore


  • Gualtiero Marchesi

    Gualtiero Marchesi è nato a Milano il 19 marzo 1930 da una famiglia di albergatori. Dopo aver studiato in Svizzera e fatto esperienza al fianco dei più importanti cuochi francesi, ritorna in Italia [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli
    • Collana: CUCINA
    • Prezzo: 80.00 €
    • Pagine: 648
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817026208

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...