Ho amato JFK

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Figlia della buona borghesia americana, educata nella stessa scuola di Jackie Kennedy, Mimi Alford ha diciannove anni quando ottiene un lavoro estivo all’ufficio stampa della Casa Bianca: “Tutti sembravano rifulgere della gioia di far parte di qualcosa di speciale. Quella sensazione s’impadronì in fretta anche di me”. È il giugno del 1962, nello Studio Ovale siede l’uomo che ha incarnato il mito dell’America liberal, icona dell’eterna giovinezza e celebre seduttore: John Fitzgerald Kennedy. Una nuotata in piscina, un cocktail di troppo, e JFK seduce la sua impiegata, vergine, inesperta e inebriata dalle sue attenzioni. Alla prima volta nella camera di Jackie ne seguono molte altre: anche dopo la fine del suo stage, tornata al college, Mimi comincia una doppia vita fatta di telefonate clandestine e improvvise convocazioni a Washington o richieste di accompagnare l’amante nei suoi viaggi. Non si fa illusioni ma avverte di essere, in qualche modo, necessaria a quest’uomo difficile, distaccato, potentissimo. Nei diciotto mesi della loro relazione ha la possibilità di conoscerne lati nascosti: la sua dipendenza dal sesso, certo, ma anche l’amore incondizionato per i figli, la paura della solitudine, l’ambizione smisurata. Poi, il 22 novembre 1963, davanti a un televisore, Mimi condivide con la Nazione intera il trauma dell’attentato di Dallas: la favola di Camelot finisce, all’improvviso e per sempre. Questo racconto dell’educazione sentimentale di una ragazza ingenua e incosciente intreccia storia pubblica e privata con un’autenticità che colpisce al cuore, offrendoci uno spaccato sull’America della Guerra Fredda, la storia della perdita dell’innocenza, una riflessione sugli strascichi dolorosi di un segreto inconfessato per quarant’anni. E una testimonianza unica su un personaggio tra i più amati di tutti i tempi.

Figlia della buona borghesia americana, educata nella stessa scuola di Jackie Kennedy, Mimi Alford ha diciannove anni quando ottiene un lavoro estivo all’ufficio stampa della Casa Bianca: “Tutti sembravano rifulgere della gioia di far parte di qualcosa di speciale. Quella sensazione s’impadronì in fretta anche di me”. È il giugno del 1962, nello Studio Ovale siede l’uomo che ha incarnato il mito dell’America liberal, icona dell’eterna giovinezza e celebre seduttore: John Fitzgerald Kennedy. Una nuotata in piscina, un cocktail di troppo, e JFK seduce la sua impiegata, vergine, inesperta e inebriata dalle sue attenzioni. Alla prima volta nella camera di Jackie ne seguono molte altre: anche dopo la fine del suo stage, tornata al college, Mimi comincia una doppia vita fatta di telefonate clandestine e improvvise convocazioni a Washington o richieste di accompagnare l’amante nei suoi viaggi. Non si fa illusioni ma avverte di essere, in qualche modo, necessaria a quest’uomo difficile, distaccato, potentissimo. Nei diciotto mesi della loro relazione ha la possibilità di conoscerne lati nascosti: la sua dipendenza dal sesso, certo, ma anche l’amore incondizionato per i figli, la paura della solitudine, l’ambizione smisurata. Poi, il 22 novembre 1963, davanti a un televisore, Mimi condivide con la Nazione intera il trauma dell’attentato di Dallas: la favola di Camelot finisce, all’improvviso e per sempre. Questo racconto dell’educazione sentimentale di una ragazza ingenua e incosciente intreccia storia pubblica e privata con un’autenticità che colpisce al cuore, offrendoci uno spaccato sull’America della Guerra Fredda, la storia della perdita dell’innocenza, una riflessione sugli strascichi dolorosi di un segreto inconfessato per quarant’anni. E una testimonianza unica su un personaggio tra i più amati di tutti i tempi.

Commenti

Autore


  • Mimi Alford

    Mimi Beardsley Alford è nata nel 1943 ed è cresciuta a Middletown, nel New Jersey. Per un anno e mezzo, è stata la giovanissima amante di JFK. La storia della loro relazione è rimasta segreta per [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli
    • Collana: SAGGI
    • Prezzo: 18.00 €
    • Pagine: 234
    • Formato libro: 22 x 14
    • Tipologia: CARTONATO
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817041249
    • ISBN E-book: 9788858624258

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...