Essere cristiani

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


“Un libro come questo dovrebbe richiedere in realtà l’impegno di una vita. E forse neppur tanto basterebbe.” Così, a metà degli anni Settanta, scriveva nella nota introduttiva a Essere cristiani un Hans Küng non ancora quarantenne, e non era una semplice dichiarazione d’intenti: avrebbe dedicato l’intera esistenza (fino alla promozione del dialogo interreligioso e al “Progetto per un’etica mondiale”) proprio allo scopo che sta al cuore di questo volume, rintracciare le costanti del cristianesimo, “le divergenze rispetto alle religioni universali e agli umanesimi moderni e al tempo stesso, il patrimonio comune alle Chiese cristiane separate”. In Essere cristiani, dunque, egli disegna le coordinate di un cammino che è ed è stato il suo ma che è al contempo quello di tutta la società e di ogni fedele, mettendo in luce gli elementi determinanti ed esclusivi del “programma cristiano” a partire dalla figura di Gesù. “Fu la concretezza di questa figura storica e del suo destino a innalzare il cristianesimo primigenio al di sopra delle contemporanee dottrine filosofiche della salvezza, delle visioni gnostiche, dei culti misterici. E la concretezza storica della sua figura è rimasta nei secoli il nerbo della fede cristiana rispetto a generiche ‘Weltanschauungen’ religiose, costruzioni filosofiche astratte e ideologie politico-sociali.” Molto è mutato in questi decenni, nella Chiesa e più in generale nella Storia. Ma questo libro fondante e fondamentale, riproposto integralmente oggi, non ha perso nulla del suo valore e della sua attualità, proprio perché il significato e i valori autentici dell’essere cristiani trascendono il contingente e le ideologie. E nello stesso tempo costituisce la summa di uno dei maggiori interpreti del cristianesimo, un teologo che in decenni di lotte non ha mai smesso di credere in quel Cristo crocefisso eppure vivente che incarna lo scandalo, la speranza, il mistero della fede.

“Un libro come questo dovrebbe richiedere in realtà l’impegno di una vita. E forse neppur tanto basterebbe.” Così, a metà degli anni Settanta, scriveva nella nota introduttiva a Essere cristiani un Hans Küng non ancora quarantenne, e non era una semplice dichiarazione d’intenti: avrebbe dedicato l’intera esistenza (fino alla promozione del dialogo interreligioso e al “Progetto per un’etica mondiale”) proprio allo scopo che sta al cuore di questo volume, rintracciare le costanti del cristianesimo, “le divergenze rispetto alle religioni universali e agli umanesimi moderni e al tempo stesso, il patrimonio comune alle Chiese cristiane separate”. In Essere cristiani, dunque, egli disegna le coordinate di un cammino che è ed è stato il suo ma che è al contempo quello di tutta la società e di ogni fedele, mettendo in luce gli elementi determinanti ed esclusivi del “programma cristiano” a partire dalla figura di Gesù. “Fu la concretezza di questa figura storica e del suo destino a innalzare il cristianesimo primigenio al di sopra delle contemporanee dottrine filosofiche della salvezza, delle visioni gnostiche, dei culti misterici. E la concretezza storica della sua figura è rimasta nei secoli il nerbo della fede cristiana rispetto a generiche ‘Weltanschauungen’ religiose, costruzioni filosofiche astratte e ideologie politico-sociali.” Molto è mutato in questi decenni, nella Chiesa e più in generale nella Storia. Ma questo libro fondante e fondamentale, riproposto integralmente oggi, non ha perso nulla del suo valore e della sua attualità, proprio perché il significato e i valori autentici dell’essere cristiani trascendono il contingente e le ideologie. E nello stesso tempo costituisce la summa di uno dei maggiori interpreti del cristianesimo, un teologo che in decenni di lotte non ha mai smesso di credere in quel Cristo crocefisso eppure vivente che incarna lo scandalo, la speranza, il mistero della fede.

Commenti

Autore


  • Hans Küng

    è il più celebre teologo del dissenso cattolico. Con Rizzoli ha pubblicato, tra gli altri, La Chiesa cattolica (2001), Islam (2005), L’inizio di tutte le cose (2006), Ciò che credo (2010), Onest [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli
    • Collana: SAGGI
    • Prezzo: 25.00 €
    • Pagine: 940
    • Formato libro: 23 x 15
    • Tipologia: CARTONATO
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817057769
    • ISBN E-book: 9788858624531

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...