E’ l’amore che apre gli occhi

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Aprirsi agli altri, mettersi al servizio del prossimo, puntare sull’“essere” e non sull’“avere”, senza dimenticare le esigenze di chi non ha nulla: è il messaggio che fin dal giorno dell’elezione ha caratterizzato Papa Francesco. Siamo tutti, chi più chi meno, vittime della “pazzia” che “ci porta a considerare la nostra vita e il nostro valore sulla base degli oggetti che possediamo o non possediamo”. Invece dovremmo sforzarci di promuovere “nuovi e più sani modi di alimentarci, di festeggiare, di scegliere gli oggetti che accompagneranno la nostra esistenza. Dobbiamo imparare a rivalutare ciò che è gratuito invece di ciò che percepiamo come ‘importante’ solo perché gli si può attribuire un prezzo, ciò che è il risultato di tempo e lavoro condiviso invece del ‘già pronto’, che di solito ha vita breve. E apprezzare la varietà degli esseri umani anziché sottometterci alla tirannia dell’omologazione o della diversità vissuta come motivo di discriminazione”. Abbiamo bisogno di una nuova antropologia, la cui origine, “per quanto possa apparire debole o romantica”, non può essere che l’amore: “Amare il prossimo facendoci noi stessi prossimo è ciò che ci costituisce come persone. Riconoscere l’altro come nostro simile non ci ‘dà’ nulla, ma ci rende esseri umani. Soltanto così potremo essere una vera comunità di uomini e non un’orda di bestie”. In questo volume, che contiene il nucleo centrale del suo apostolato, Papa Francesco riflette sul grande tema dell’educazione, apre il messaggio della Chiesa al confronto con il mondo della cultura e della comunicazione, medita sulle principali celebrazioni religiose, offre un modello per proclamare la rivoluzione dell’incontro con Dio, quella “novità” assoluta che “ci sprona a rinunciare alle abitudini, a metterci in marcia verso le periferie e le frontiere, là dove si trova l’umanità più ferita e dove i giovani, dietro la loro apparenza di superficialità e conformismo, non si stancano mai di cercare una risposta alle proprie domande sul senso della vita”.

Aprirsi agli altri, mettersi al servizio del prossimo, puntare sull’“essere” e non sull’“avere”, senza dimenticare le esigenze di chi non ha nulla: è il messaggio che fin dal giorno dell’elezione ha caratterizzato Papa Francesco. Siamo tutti, chi più chi meno, vittime della “pazzia” che “ci porta a considerare la nostra vita e il nostro valore sulla base degli oggetti che possediamo o non possediamo”. Invece dovremmo sforzarci di promuovere “nuovi e più sani modi di alimentarci, di festeggiare, di scegliere gli oggetti che accompagneranno la nostra esistenza. Dobbiamo imparare a rivalutare ciò che è gratuito invece di ciò che percepiamo come ‘importante’ solo perché gli si può attribuire un prezzo, ciò che è il risultato di tempo e lavoro condiviso invece del ‘già pronto’, che di solito ha vita breve. E apprezzare la varietà degli esseri umani anziché sottometterci alla tirannia dell’omologazione o della diversità vissuta come motivo di discriminazione”. Abbiamo bisogno di una nuova antropologia, la cui origine, “per quanto possa apparire debole o romantica”, non può essere che l’amore: “Amare il prossimo facendoci noi stessi prossimo è ciò che ci costituisce come persone. Riconoscere l’altro come nostro simile non ci ‘dà’ nulla, ma ci rende esseri umani. Soltanto così potremo essere una vera comunità di uomini e non un’orda di bestie”. In questo volume, che contiene il nucleo centrale del suo apostolato, Papa Francesco riflette sul grande tema dell’educazione, apre il messaggio della Chiesa al confronto con il mondo della cultura e della comunicazione, medita sulle principali celebrazioni religiose, offre un modello per proclamare la rivoluzione dell’incontro con Dio, quella “novità” assoluta che “ci sprona a rinunciare alle abitudini, a metterci in marcia verso le periferie e le frontiere, là dove si trova l’umanità più ferita e dove i giovani, dietro la loro apparenza di superficialità e conformismo, non si stancano mai di cercare una risposta alle proprie domande sul senso della vita”.

Commenti

Autore


  • autore_img
    Jorge Mario Bergoglio

    è nato a Buenos Aires il 17 dicembre 1936. Perito chimico, nel 1958 è entrato come novizio nella Compagnia di Gesù. Laureato in filosofia, ordinato sacerdote nel 1969, vescovo di Auca nel 1992, arc [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli
    • Collana: SAGGI
    • Prezzo: 15.00 €
    • Pagine: 414
    • Formato libro: 21 x 14
    • Tipologia: CARTONATO
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817068734
    • ISBN E-book: 9788858659434

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...