D-Day

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


24 ore di battaglia, 5000
navi, oltre 200.000 uomini
per lo scontro che decise
la seconda guerra mondiale.


“Fate spostare gli uomini da questa
maledettissima spiaggia!”
Charles D. W. Canham
Comandante 116° reggimento

“Questo racconto epico smentisce
i luoghi comuni — o meglio le leggende —
sulla più grande operazione navale
di tutti i tempi.”
Nouvel Observateur


“Guardate alla vostra destra e guardate alla vostra
sinistra. Solo uno di voi sarà ancora vivo dopo una
settimana in Normandia.”
Un comandante americano ai suoi uomini

 

 

“Il giorno più lungo”, come lo definì Rommel, sta per iniziare. Sono le ore 0.00 del 6 giugno 1944 e le truppe vengono allertate: è il D-Day, gli Alleati stanno per sbarcare in Normandia. L’obiettivo è la resa incondizionata della Germania nazista. Il contingente coinvolto è massiccio: 5000 navi e mezzi anfibi, 104 cacciatorpedinieri, 130.000 soldati che quella notte si avvicineranno via mare alla costa francese e 20.000 uomini paracadutati. Nonostante i dubbi di Churchill sull’invasione dell’Europa attraverso la Manica e l’arroganza del generale Montgomery, Eisenhower fuma nervoso mentre scrive, oltre all’annuncio della vittoria, una dichiarazione in cui si assume ogni responsabilità dell’operazione Overlord, che poteva rivelarsi un disastro. Cosa andò storto? Cosa rese la battaglia che salvò l’Europa un selvaggio spargimento di sangue? Lettere dal fronte, diari e memorie personali delle truppe alleate si intrecciano con la documentazione ufficiale della grande Storia, in questo libro che è la ricostruzione definitiva della battaglia sulla spiaggia di Omaha: Antony Beevor sa dare spazio alle voci autorevoli della storiografia, ma anche all’orrore del soldato atterrato incolume che assiste allo schianto di 18 uomini lanciati dall’aereo a quota talmente bassa da impedire ai loro paracadute di aprirsi. E dalla carneficina del 6 giugno alle teorie neonaziste di un complotto contro Hitler, ripercorre la storia di una campagna sanguinosa, durata tre mesi, che dal D-Day culmina nella liberazione di Parigi il 25 agosto 1944. Un resoconto crudo e incalzante di un evento bellico inciso a fuoco nella memoria collettiva d’Europa.

24 ore di battaglia, 5000
navi, oltre 200.000 uomini
per lo scontro che decise
la seconda guerra mondiale.


“Fate spostare gli uomini da questa
maledettissima spiaggia!”
Charles D. W. Canham
Comandante 116° reggimento

“Questo racconto epico smentisce
i luoghi comuni — o meglio le leggende —
sulla più grande operazione navale
di tutti i tempi.”
Nouvel Observateur


“Guardate alla vostra destra e guardate alla vostra
sinistra. Solo uno di voi sarà ancora vivo dopo una
settimana in Normandia.”
Un comandante americano ai suoi uomini

 

 

“Il giorno più lungo”, come lo definì Rommel, sta per iniziare. Sono le ore 0.00 del 6 giugno 1944 e le truppe vengono allertate: è il D-Day, gli Alleati stanno per sbarcare in Normandia. L’obiettivo è la resa incondizionata della Germania nazista. Il contingente coinvolto è massiccio: 5000 navi e mezzi anfibi, 104 cacciatorpedinieri, 130.000 soldati che quella notte si avvicineranno via mare alla costa francese e 20.000 uomini paracadutati. Nonostante i dubbi di Churchill sull’invasione dell’Europa attraverso la Manica e l’arroganza del generale Montgomery, Eisenhower fuma nervoso mentre scrive, oltre all’annuncio della vittoria, una dichiarazione in cui si assume ogni responsabilità dell’operazione Overlord, che poteva rivelarsi un disastro. Cosa andò storto? Cosa rese la battaglia che salvò l’Europa un selvaggio spargimento di sangue? Lettere dal fronte, diari e memorie personali delle truppe alleate si intrecciano con la documentazione ufficiale della grande Storia, in questo libro che è la ricostruzione definitiva della battaglia sulla spiaggia di Omaha: Antony Beevor sa dare spazio alle voci autorevoli della storiografia, ma anche all’orrore del soldato atterrato incolume che assiste allo schianto di 18 uomini lanciati dall’aereo a quota talmente bassa da impedire ai loro paracadute di aprirsi. E dalla carneficina del 6 giugno alle teorie neonaziste di un complotto contro Hitler, ripercorre la storia di una campagna sanguinosa, durata tre mesi, che dal D-Day culmina nella liberazione di Parigi il 25 agosto 1944. Un resoconto crudo e incalzante di un evento bellico inciso a fuoco nella memoria collettiva d’Europa.

Commenti

Autore


  • Antony Beevor

    , ex ufficiale dell’esercito britannico, è uno dei più affermati autori di storia militare. I suoi libri sono stati tradotti in trenta Paesi. Tra le sue opere, in BUR sono disponibili anche Berlin [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli
    • Collana: SAGGI
    • Prezzo: 24.50 €
    • Pagine: 504
    • Formato libro: 22 x 16
    • Tipologia: CARTONATO
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817041621
    • ISBN E-book: 9788858637562

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...