Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Contro il giorno

Rizzoli
Copertina di: Contro il giorno

“Coloro che saliranno a bordo dell’aeronave di Pynchon faranno il viaggio della loro vita. Lezione di storia, ricerca mistica, sogno utopico, metaromanzo sperimentale, melodramma (e commedia) marxista: Contro il giorno è tutto questo e altro ancora.”
The Washington Post

In un mondo su cui, ancora una volta, incombono catastrofi – il crollo del campanile di San Marco, l’asteroide di Tunguska, la Prima guerra mondiale – si inseguono anarchici, giocatori d’azzardo, milionari, matematici, scienziati eretici, antesignane del libero amore, sciamani, sensitivi, aeronauti e killer prezzolati. Sono impegnati in un caleidoscopio di avventure – tra l’Esposizione Mondiale di Chicago nel 1893 e il Messico infuocato dalla rivoluzione, tra la Hollywood del cinema muto e i Balcani, tra Parigi, Vienna e luoghi difficili da trovare sull’atlante – che raccontano l’avidità senza freni del capitalismo globale, la falsa religiosità, l’ottimismo ingiustificato e il sogno irraggiungibile dell’utopia. Ogni riferimento al nostro tempo è puramente casuale. Con questo romanzo monumentale e trascinante, che giunge dopo dieci anni di silenzio, Thomas Pynchon non descrive il mondo com’è, ma come potrebbe essere con appena qualche ritocco. Alcuni si ostinano a credere che sia questo uno degli scopi principali della letteratura.