Come polvere nel vento

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...

,

È il 1993 quando Danilo Sacco, cantante della piccola band La Comitiva Brambilla, accetta una folle sfida: diventare la nuova voce dei Nomadi, a un anno dalla scomparsa del leggendario Augusto Daolio. Iniziava così la seconda vita del gruppo, coronata di grandi successi e centinaia di concerti l’anno in tutta Italia. Poi, nel 2009, un infarto rallenta la corsa di Danilo. “Dicono che dopo un colpo così si può reagire in due modi: morendo un po’ ogni giorno per il terrore che ricapiti, oppure sentendoti un miracolato, uno che ha avuto il dono di rinascere.” È quello che succede a lui: dopo pochi mesi Danilo è già sul palco, ripartito a testa bassa a macinare chilometri e note. Ma non tutto è tornato come prima. “Avevo avuto paura. Chi dice: ‘Non ho paura di morire’ lo fa perché non si è mai trovato faccia a faccia con la fine. Quel momento io l’ho vissuto e ho avuto il terrore di andare via lasciando la mia esistenza un’opera incompiuta. Questo pensiero mi ossessionava.” È una consapevolezza dura quella che matura dentro Danilo, fino ad esplodere nella clamorosa decisione di lasciare il gruppo e riappropriarsi di spazi e tempi di una vita che era stato a un passo dal perdere. Ma si sa, le cose e le persone trovano sempre il modo di sorprenderti e, proprio quando credeva di aver raggiunto la pace nel proprio ritiro, Danilo scopre che la musica, per lui, non è ancora finita. Sta continuando a chiamarlo e il suo cuore adesso è pronto per rispondere all’appello. È tempo di sperimentare la carriera da solista. Oggi Danilo Kakuen Sacco ha voltato pagina. Il futuro è ancora tutto da scrivere.

È il 1993 quando Danilo Sacco, cantante della piccola band La Comitiva Brambilla, accetta una folle sfida: diventare la nuova voce dei Nomadi, a un anno dalla scomparsa del leggendario Augusto Daolio. Iniziava così la seconda vita del gruppo, coronata di grandi successi e centinaia di concerti l’anno in tutta Italia. Poi, nel 2009, un infarto rallenta la corsa di Danilo. “Dicono che dopo un colpo così si può reagire in due modi: morendo un po’ ogni giorno per il terrore che ricapiti, oppure sentendoti un miracolato, uno che ha avuto il dono di rinascere.” È quello che succede a lui: dopo pochi mesi Danilo è già sul palco, ripartito a testa bassa a macinare chilometri e note. Ma non tutto è tornato come prima. “Avevo avuto paura. Chi dice: ‘Non ho paura di morire’ lo fa perché non si è mai trovato faccia a faccia con la fine. Quel momento io l’ho vissuto e ho avuto il terrore di andare via lasciando la mia esistenza un’opera incompiuta. Questo pensiero mi ossessionava.” È una consapevolezza dura quella che matura dentro Danilo, fino ad esplodere nella clamorosa decisione di lasciare il gruppo e riappropriarsi di spazi e tempi di una vita che era stato a un passo dal perdere. Ma si sa, le cose e le persone trovano sempre il modo di sorprenderti e, proprio quando credeva di aver raggiunto la pace nel proprio ritiro, Danilo scopre che la musica, per lui, non è ancora finita. Sta continuando a chiamarlo e il suo cuore adesso è pronto per rispondere all’appello. È tempo di sperimentare la carriera da solista. Oggi Danilo Kakuen Sacco ha voltato pagina. Il futuro è ancora tutto da scrivere.

Commenti

Autori (2)


  • Massimo Cotto

    (1962), astigiano, ha lavorato per le principali riviste italiane e internazionali, diretto “Rockstar” e scritto più di trenta libri di argomento musicale. Conduttore di programmi radiofonici e t [...]

  • Danilo Sacco

    Danilo Kakuen Sacco (1965), musicista e cantante, è stato la voce dei Nomadi dal 1993 al dicembre 2011. La sua carriera da solista è iniziata il 24 maggio 2012 a Osnago, data del primo concerto con [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli
    • Collana: SAGGI
    • Prezzo: 14.00 €
    • Pagine: 198
    • Formato libro: 21 x 14
    • Tipologia: BROSSURA
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817062534
    • ISBN E-book: 9788858639030

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...