Apocalypse 2012

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Un documento millenario
indica la data
dell’apocalisse.
Quella vera.

 

 

 “Con Tula alle spalle, e il Calendario e i Codici al sicuro nella sacca sulla schiena, intrapresi la lunga marcia verso la regione dei canyon, andando a ritroso lungo la strada che al l’inizio mi aveva condotto in quel la favolosa città. Guardai ancora una volta quel luogo che mi aveva reso uomo, insegnato ad amare e incaricato di una missione da eroe. Mi fermai e lo osservai morire. Quella vita si era conclusa. Adesso ne cominciava un’altra e io sapevo già cosa fare: avevo un compito da portare a termine. Ero destinato a preservare una scintilla di speranza, forse perfino un piccolo bagliore di redenzione per l’umanità.”   Mille anni fa a Tula, in Messico, un giovane schiavo diventa l’assistente dell’astronomo di corte, e lo aiuta a redigere (e poi a seppellire) il Calendario del Lungo Computo, il codice che indica la data della fine del mondo. Tula è la potente capitale dei Toltechi, governata da un imperatore illuminato che porta il nome del signore degli dèi, Quetzalcoatl, il Serpente Piumato. Ma forze oscure minacciano Tula: la guerra, una siccità devastante, le lotte di potere e il crudele culto di morte promosso dalla casta dei sacerdoti, per i quali solo i sacrifi ci umani possono scongiurare la catastrofe che incombe. In un futuro così prossimo da essere ormai il nostro presente, due giovani archeologhe stanno riportando alla luce quel calendario, proprio mentre un’unità di crisi presso la Casa Bianca deve affrontare il rischio più grave che abbia mai corso l’umanità. Riusciranno a decifrare il codice e a risparmiare al nostro mondo il fato di Tula?

Un documento millenario
indica la data
dell’apocalisse.
Quella vera.

 

 

 “Con Tula alle spalle, e il Calendario e i Codici al sicuro nella sacca sulla schiena, intrapresi la lunga marcia verso la regione dei canyon, andando a ritroso lungo la strada che al l’inizio mi aveva condotto in quel la favolosa città. Guardai ancora una volta quel luogo che mi aveva reso uomo, insegnato ad amare e incaricato di una missione da eroe. Mi fermai e lo osservai morire. Quella vita si era conclusa. Adesso ne cominciava un’altra e io sapevo già cosa fare: avevo un compito da portare a termine. Ero destinato a preservare una scintilla di speranza, forse perfino un piccolo bagliore di redenzione per l’umanità.”   Mille anni fa a Tula, in Messico, un giovane schiavo diventa l’assistente dell’astronomo di corte, e lo aiuta a redigere (e poi a seppellire) il Calendario del Lungo Computo, il codice che indica la data della fine del mondo. Tula è la potente capitale dei Toltechi, governata da un imperatore illuminato che porta il nome del signore degli dèi, Quetzalcoatl, il Serpente Piumato. Ma forze oscure minacciano Tula: la guerra, una siccità devastante, le lotte di potere e il crudele culto di morte promosso dalla casta dei sacerdoti, per i quali solo i sacrifi ci umani possono scongiurare la catastrofe che incombe. In un futuro così prossimo da essere ormai il nostro presente, due giovani archeologhe stanno riportando alla luce quel calendario, proprio mentre un’unità di crisi presso la Casa Bianca deve affrontare il rischio più grave che abbia mai corso l’umanità. Riusciranno a decifrare il codice e a risparmiare al nostro mondo il fato di Tula?

Commenti

Autore


  • Gary Jennings

    Gary Jennings (1928-1999) è nato a Buena Vista, Virginia, ma ha vissuto a lungo in Messico. Tra i suoi numerosi romanzi, tutti disponibili in BUR, ricordiamo Nomadi, Predatore e il ciclo L’azteco.


Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli
    • Prezzo: 3.90 €
    • Pagine: 408
    • Formato libro: 24 x 16
    • Tipologia: CARTONATO
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817040129
    • ISBN E-book: 9788858602270

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...