Alessandro Magno

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Un uomo alla conquista del mondo, un impero che cambiò per sempre la storia di tre continenti. "Superbo... Questo è il libro su Alessandro che abbiamo sempre desiderato."
THE TIMES

In tredici anni di regno, fra il 336 e il 323 avanti Cristo, il giovane Alessandro il Macedone riuscì a sconfiggere l'impero persiano, occupò la Siria, la Palestina, l'Egitto, la Mesopotamia, attraversò il mondo conosciuto dal Danubio all'Indo, diede inizio a una migrazione che estese a tutto il Medio Oriente gli orizzonti dell'ellenismo conducendo alla fusione tra la civiltà greca e quelle orientali e cambiando per sempre il volto e la storia del mondo. Fu ben presto considerato un semidio, e dopo la morte il suo nome rimase un simbolo di gloria universale, lodato o esecrato come conquistatore magnanimo o tiranno dispotico, capace di esercitare un fascino che si è perpetuato fino ai nostri giorni. In questo saggio ormai classico, uscito nel 1988 e oggi proposto per la prima volta al pubblico italiano, lo storico australiano A. B. Bosworth racconta con perfetta padronanza delle fonti letterarie, documentarie e archeologiche la vita, le battaglie e le conquiste di Alessandro, e ricostruisce con ricchezza di particolari la storia della Grecia continentale sotto il dominio macedone, l'evoluzione del principale strumento del potere, l'esercito, e l'organizzazione e il controllo dell'impero. Obiettivo dell'autore è quello di analizzare in particolare l'influsso di Alessandro sul suo mondo, senza adottare un modello preconcetto della personalità e delle motivazioni del sovrano, ma mettendo a confronto e interpretando le fonti esistenti, per depurarle delle inevitabili distorsioni, apologetiche o calunniose. Bosworth riesce così a mostrare la verità (spesso crudele e insanguinata) dietro il mito della conquista, e a presentare con chiarezza quegli elementi centrali dell'azione di Alessandro - la creazione di una rete di funzionari per amministrare un territorio tanto vasto, o la progressiva accentuazione del culto del sovrano, e dunque del carattere divino del potere politico - che eserciteranno nei secoli una profonda influenza, a partire dalla storia di Roma.

Un uomo alla conquista del mondo, un impero che cambiò per sempre la storia di tre continenti. "Superbo... Questo è il libro su Alessandro che abbiamo sempre desiderato."
THE TIMES

In tredici anni di regno, fra il 336 e il 323 avanti Cristo, il giovane Alessandro il Macedone riuscì a sconfiggere l'impero persiano, occupò la Siria, la Palestina, l'Egitto, la Mesopotamia, attraversò il mondo conosciuto dal Danubio all'Indo, diede inizio a una migrazione che estese a tutto il Medio Oriente gli orizzonti dell'ellenismo conducendo alla fusione tra la civiltà greca e quelle orientali e cambiando per sempre il volto e la storia del mondo. Fu ben presto considerato un semidio, e dopo la morte il suo nome rimase un simbolo di gloria universale, lodato o esecrato come conquistatore magnanimo o tiranno dispotico, capace di esercitare un fascino che si è perpetuato fino ai nostri giorni. In questo saggio ormai classico, uscito nel 1988 e oggi proposto per la prima volta al pubblico italiano, lo storico australiano A. B. Bosworth racconta con perfetta padronanza delle fonti letterarie, documentarie e archeologiche la vita, le battaglie e le conquiste di Alessandro, e ricostruisce con ricchezza di particolari la storia della Grecia continentale sotto il dominio macedone, l'evoluzione del principale strumento del potere, l'esercito, e l'organizzazione e il controllo dell'impero. Obiettivo dell'autore è quello di analizzare in particolare l'influsso di Alessandro sul suo mondo, senza adottare un modello preconcetto della personalità e delle motivazioni del sovrano, ma mettendo a confronto e interpretando le fonti esistenti, per depurarle delle inevitabili distorsioni, apologetiche o calunniose. Bosworth riesce così a mostrare la verità (spesso crudele e insanguinata) dietro il mito della conquista, e a presentare con chiarezza quegli elementi centrali dell'azione di Alessandro - la creazione di una rete di funzionari per amministrare un territorio tanto vasto, o la progressiva accentuazione del culto del sovrano, e dunque del carattere divino del potere politico - che eserciteranno nei secoli una profonda influenza, a partire dalla storia di Roma.

Commenti

Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli
    • Collana: SAGGI
    • Prezzo: 20.00 €
    • Pagine: 496
    • Formato libro: 22 x 16
    • Tipologia: CARTONATO
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817000956

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...